Approfondimenti

Un’Azienda è definita affidabile quando adotta una Carta dei Servizi OK CODACONS con cui regola un comportamento corretto e trasparente nei riguardi dei Consumatori, capace di rendere migliore la loro esperienza anche con un adeguato Servizio Clienti; quindi garantire un livello di prestazioni, improntato a cortesia, uguaglianza, imparzialità e continuità, attraverso una attenta assistenza e una puntuale informazione.


  1. COSTRUZIONE DELLA CARTA DEI SERVIZI
  2. SPECIFICHE DELLA CARTA DEI SERVIZI
  3. OTTIMIZZAZIONE ANALISI PRELIMINARE
  4. MONITORAGGIO ANNUALE
  5. PROTOCOLLO DI CONCILIAZIONE
  6. VALORE DEL RICONOSCIMENTO OK CODACONS
  7. UTILIZZO DEL LOGO OK CODACONS
  8. RUOLO DEL CODACONS
  9. APPROFONDIMENTI

 

 

 


CODICE ETICO

La Carta dei Valori si evolve in Codice Etico quando l’Azienda pone la legalità come strategia di fondo. Quando cioè ritiene prioritario rispettare alcuni basilari principi nell’ottica della giusta applicazione delle leggi e delle norme amministrative, della trasparenza, della buona amministrazione, della salvaguardia dei diritti dei consumatori ed utenti; far diventare normale la responsabilità piuttosto che responsabile la normalità; riconoscere che eventuali reati di corruzione, danni ambientali, elusione fiscale strumentale, turbativa d’asta o analoghi producono un danno all’utente e consumatore finale come previsto dall’art.101 TUEF e riconosce la legittimazione delle Associazioni rappresentative dei Consumatori ad agire per i danni nei confronti degli autori dei reati indicati.

RESPONSABILITA’ SOCIALE

La strategia per uno sviluppo duraturo nel tempo pone la responsabilità sociale d’impresa al centro dei comportamenti aziendali, apportando un valore che genera benefici non solo in termini economici. La sostenibilità nelle sue diverse declinazioni “Mercato-Società- Territorio” deve contribuire a far crescere il contesto in cui opera l’attività produttiva; i tempi esigono che sostenibilità e sviluppo convivano e si rafforzino a vicenda, che competitività e benessere generale siano un valore condiviso.

RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA

Stante il forte impatto etico la Carta dei Valori impegna l’Azienda ad una politica di Business Ethic attraverso l’adozione di Modelli di Organizzazione e Gestione nel rispetto della Responsabilità Amministrativa. Si tratta di prevenire, al suo interno, la commissione di diversi reati in violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro, la ricettazione, il riciclaggio, l’impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, la corruzione in genere ed altro.

VERIFICA E ACCREDITAMENTO DEL CONTRATTO

Parte integrante della apertura alla trasparente interazione con l’utenza è la revisione di eventuali contratti che regolano le prestazioni, in ottica di equità ed equilibrio, per ottimizzare la fruibilità secondo la logica consumeristica, cioè trattando il Consumatore in maniera paritetica. Il testo di eventuali contratti viene preso in esame dai legali del Centro Studi per verificare le condizioni e le clausole di riserva. Nel caso dovessero emergere delle incongruità, punti poco chiari o sfavorevoli al Consumatore vengono proposte modifiche, integrazioni e puntualizzazioni; concertate le modifiche il testo potrà fregiarsi del logo “OK CODACONS”.

I Consumatori accolgono con particolare fiducia quanto accreditato da Codacons, in qualità di terzo chiamato a verificare posizioni e/o espressioni commerciali.

GESTIONE E PROMOZIONE VIRALE PARTECIPATA

Il marketing relazionale vuole informare i propri clienti in maniera efficace, non autoreferenziale; aprirsi con trasparenza e lealtà al loro giudizio, coinvolgerli nel perfezionamento dei requisiti e dei comportamenti per renderli partecipi del miglioramento continuo e conquistarne la fedeltà; monitorare la reputazione del settore di appartenenza in generale e della propria in particolare.

Gestione e promozione virale partecipata significa costruire una efficace e propositiva campagna d’informazione, una campagna originale, capace di attrarre, interessare e convincere il proprio cliente (e non solo) di avere un rapporto utile e giusto con l’Azienda. Congiuntamente promuovere tutta l’attività e le prospettive dell’Azienda.

Conquistare una diffusa e condivisa consapevolezza presso l’utente sull’effettivo vantaggio di essere cliente dell’Azienda, è l’obiettivo base del marketing relazionale. Si parte utilizzando un media con cui organizzare la “vox populi” per ambire alla “vox dei”.

Le caratteristiche richieste al media con cui lavorare sono tre:

  • garantire l’autenticità e la spontaneità con una impronta di terzietà
  • raggiungere una fascia di utenti difficilmente equiparabile con altri media
  • coinvolgere gli utenti in maniera difficilmente equiparabile con altri media

Il mezzo che hanno queste caratteristiche è il blog, un diario su internet, aperto ai contributi postati dai clienti acquisiti, e non solo, moderato da un blogger, un conduttore espresso dalle Associazioni dei Consumatori…questa la grande differenza con gli altri “consumati” blog!

Nasce naturalmente la community, che non nasconde la paternità dell’Azienda, con la differenza sostanziale dai comuni blog che i post sono liberamente commentati con la moderazione del blogger consumerista.

Obiettivo del blog è diventare popolare ed autorevole, in modo da esprimere un’influenza sulle scelte derivate, all’interno ed all’esterno. Conta essere credibili, diventare punto di riferimento nella tematica trattata in modo da ottenere l’attenzione degli altri media e montare un effetto eco a diversi livelli.

Il successo del blog, una volta ben costruito, dipende comunque dalla sua diffusione.

Oltre i meccanismi tradizionali (azioni di web ADV, l’evidenza nei motori di ricerca ed applicazioni similari; SEO – Search Engine Optimization e SEM – Search Engine Marketing, indicizzazione e posizionamento sui motori di ricerca, DEM – Direct Email Marketing – campagne promozionali via email, pubblicità mediante banner o advertorial, la pubblicità redazionale; costruzione di un giusto profilo Google plusbuzz marketing, accompagnato da attività di guerrilla e street marketing ) l’asse portante è il native advertising, uno dei segmenti più innovativi della promozione online, sempre più apprezzato per la sua capacità di allargare l’offerta di informazioni aziendali, normalmente poco attrattive ed ancor meno apprezzate, per la sua capacità di aggiungere valore all’esperienza di navigazione, offrendo in maniera naturale elementi di advertising e di content marketing.

Il native advertising è una forma di comunicazione, ufficialmente promossa dall’Azienda che sponsorizza, che è essa stessa informazione, un’apertura coraggiosa al confronto con i Consumatori moderati da chi li tutela; non distrae il lettore dal contenuto, come fa la pubblicità tradizionale, ma ne fa parte catturandone l’attenzione poiché assume le medesime sembianze, amplificandone il significato.

Il native advertising ha portato, in generale, una ventata positiva e interessante alla comunicazione online, perché non è unilaterale e unidirezionale; è imparziale perché controllata e analizzata da chi è obiettivo.

baratofarmacia.comhttp://farmaciaabuonmercato.com http://farmaciainitalia.com